L’archeologia… Assicurata! Visita giocata al Museo delle Assicurazioni Generali

10,00

Roma è una città che non ha mai smesso di raccontare la sua potente storia che dura da secoli. Il suo sottosuolo è come un grande archivio che contiene tutte le informazioni necessarie per ricostruire le vicende avvenute in millenni: un pacchetto di strati di terra che conservano, come in un diario, le trasformazioni che la città ha subito nel tempo. Vieni con noi a visitare il Museo delle Assicurazioni generali e attraverso giochi ed attività ludico didattiche parleremo di archeologia e storia ma potremo anche ricostruire una casa romana e muovere una telecamera per osservare da vicino tutti i dettagli della colonna di Traiano!

Il tour è indicato per TUTTI i bambini ma per una massima fruizione l’età ideale è dai 5/6 anni in poi.

📅QUANDO sabato 22 gennaio

ORARIO inizio ore 10:30 (durata circa 2 ore)

*è richiesto l’arrivo al luogo d’incontro almeno 10 minuti prima dell’inizio del tour

CONTRIBUTO PER PARTECIPAZIONE

ADULTI e BAMBINI* : €10* + noleggio radiotrasmittente **€1,50

*sono esclusi i biglietti d’ingresso al Museo delle Assicurazioni Generali

** noleggio OBBLIGATORIO: le radiotrasmittenti permetteranno di ascoltare la voce della guida pur mantenendo le distanze di sicurezza anticovid.

Il numero massimo di partecipanti è di 20 persone per ogni turno (nel rispetto delle normative anticovid-19). Ogni  tour partirà con un minimo di 8 partecipanti.

*ogni adulto potrà accompagnare un massimo di 2 bambini

⬇️MODALITÀ DI ISCRIZIONE

Potrete prenotarvi scrivendo al 3288978475 (whatsApp) oppure inviando una mail a info@progettoligeyas.it. Una volta effettuata la prenotazione per il servizio guida e quindi previa disponibilità di posti necessari nel gruppo scelto, si potrà effettuare l’acquisto dei biglietti sul sito ufficiale dei Musei Vaticani (il link vi verrà fornito insieme ad una pratica guida all’acquisto).

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’archeologia… Assicurata! Visita giocata al Museo delle Assicurazioni Generali”